Baloo e la pipì in casa



Qualche anno fa ho conosciuto Baloo, un maltesino di 1 anno e due mesi con un problema molto comune: faceva pipì in casa. 

Le proprietarie erano molto provate in quanto Baloo risultava clinicamente sano, era già abbastanza adulto da aver imparato a regolare le sue funzioni e usciva per fare le passeggiate più volte al giorno Erano convinte che qualcosa non andasse in lui.

Durante la nostra prima chiacchierata, avevo notato che Baloo era un cagnolino molto insicuro e pauroso: si nascondeva dietro le gambe di una delle due proprietarie, non si lasciava avvicinare né da cani né da persone, era chiuso e poco interessato al centro cinofilo nel quale eravamo.

Le proprietarie mi avevano raccontato che la macchina lo spaventava, tremava e si agitava moltissimo. Usciva solo per andare dal toelettatore (di cui aveva molta paura). Usciva poco di casa e le sue passeggiate si limitavano ad un giro molto circoscritto: sempre stesse strade e molto vicine a casa.
Insomma, il piccolo Baloo sembrava insicuro e pauroso.

Decidiamo così aiutarlo proprio rispetto alla sua insicurezza, alla sua paura e timidezza verso il mondo esterno alla famiglia.
Dopo la prima boccetta di trattamento di fiori di Bach, Baloo aveva ridotto moltissimo le pipì, anche se c’erano giorni in cui tutto tornava come all’inizio: faceva pipì in casa con una frequenza altissima e in punti sempre differenti.

Quando l’ho rivisto, dopo 21 giorni al centro cinofilo, sembrava solo un po’ più attento alle persone. La paura era leggermente diminuita ma non c’erano stati grandi risultati.

La presenza della pipì, anche se diminuita di molto, indicava che c’era qualcosa che ci sfuggiva. Ma cosa?

Baloo era di taglia molto piccola e come spesso accade con i cani micro, i loro bisogni non sono ben compresi. Si tende a proteggerli perché sembrano fragili e indifesi (in effetti la loro taglia li espone a molti pericoli),  difficilmente si permette loro di socializzare e quando esprimono un bisogno vengono ignorati (è facile ignorare o prendere in giro un maltesino che ringhia ma è più complesso se invece lo fa un Rottweiler). Così, pensammo che forse cercava di farsi notare.

Cambiammo composizione di fiori di Bach. Di nuovo la pipì diminuì, ma non sparì del tutto.

Come ormai sappiamo, in un sistema come quello di una famiglia, ci sono dinamiche che coinvolgono tutti i soggetti. Ogni umano ha un suo ruolo e spesso non ci si ferma a riflettere su quale sia il ruolo che ha l’animale di famiglia. Ruolo che viene scelto da noi (al cane che teniamo in giardino chiediamo chiaramente di proteggerci dagli estranei) o che viene scelto da loro stessi, come abbiamo scoperto poi essere il caso di Baloo.

Infatti, durante la terza chiacchierata, abbiamo spostato il focus proprio sulle dinamiche familiari. La situazione in casa era molto tesa. Una delle due donne aveva adottato una ragazza molti anni prima, la quale era molto ribelle e esprimeva il suo dissenso con modi violenti e taglienti. Questo generava forti liti, condite da una buona dose di urla.

pipì in casa

Baloo si era auto-assegnato il compito di paciere, il suo più alto desiderio era che le due donne non litigassero più. Il continuo fallimento lo portava ad una grande frustrazione che manifestava attraverso la pipì in casa.

Spiegai alle proprietarie che tra noi e i nostri animali (quelli a cui permettiamo di entrare nei nostri cuori) esiste un patto segreto di mutuo aiuto.

Noi li accogliamo nelle nostre case, li accudiamo e li amiamo profondamente e loro in cambio ci indicano come migliorare la nostra vita, quali sono gli aspetti in cui dobbiamo evolvere per essere più felici.

Baloo stava raccontando che quelle liti erano deleterie, creavano un profondo dolore e una grande frustrazione in tutti e che sarebbe stati tutti molto meglio se non fossero più avvenute.

Purtroppo però, le proprietarie non erano pronte ad accogliere questo messaggio. Non erano ancora pronte al passaggio evolutivo a cui Baloo le stava invitando.

Così, per alleviare Baloo da questo grande peso, ho cambiato la composizione dei fiori di Bach.

Finalmente smise di fare la pipì, ma il suo messaggio di pace, purtroppo, rimase inascoltato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *