I fiori di Bach sono degli strumenti di crescita personale: ci aiutano  a riscoprire il nostro potenziale e a vivere meglio la vita, riportando in luce le nostre qualità.

Quando leggiamo le descrizioni dei 38 rimedi del dottor Bach ci sembra di avere bisogno di tutti i rimedi. Questo perché durante la vita abbiamo fatto esperienza di tanti stati emotivi differenti e molte descrizioni ci rispecchiano. Ad una prima lettura poi, le descrizioni dei fiori possono sembrare simili tra loro, rendendo complessa la scelta di quelli giusti per noi.

Il compito di un consulente di fiori di Bach è accogliere e ascoltare profondamente chi sente il bisogno di utilizzare questi rimedi oltre ad aiutarlo nella scelta di quelli più giusti per lui.

Deve sospendere il giudizio, cercare di non pensare con la sua testa e mettersi a completa disposizione dell’altro.

La consulenza è fondamentale per la scelta dei rimedi: abbiamo la possibilità di parlare, di ascoltarci e di consapevolizzare quali aspetti della vita vogliamo migliorare. Altri metodi diversi dalla consulenza comportano una delega per la risoluzione del problema, principio in antitesi con  la filosofia elaborata dal dottor Bach la quale sosteneva che uno squilibrio emotivo, se non consapevolizzato e risolto, si trasforma in disagio materiale, ovvero in malattia.

Durante la consulenza la scelta dei rimedi avviene insieme: è la persona che sa perfettamente di quale emozione si vuol liberare, quale aspetto della sua vita ne limita la gioia. Il consulente ha il compito di illustrare il funzionamento dei rimedi che crede possano essere più utili, lasciando sempre alla persona la scelta ultima.

Una volta selezionati i rimedi, ci si recherà in erboristeria o farmacia per far comporre una la boccetta di trattamento che conterrà acqua, brandy e i fiori di Bach.

I consulenti di fiori di Bach per le persone rappresentano una figura professionale in grande espansione e non è così raro trovare professionisti del settore olistico esperti anche in fiori di Bach.

La formazione può avvenire in diverse scuole. Quella riconosciuta a livello mondiale proviene dal Bach Centre, fondazione che tutela la memoria del dottor Bach e che sorge proprio dove sono stati scoperti i rimedi. I consulenti di fiori di Bach per le persone provenienti dal Bach Centre si contraddistinguono con la sigla BFRP (Bach Foundation Registered Practitioner).

I consulenti di fiori di Bach per animali invece sono un po’ più rari e rappresentano una figura emergente nel panorama lavorativo italiano.

Se la consulenza è la base del lavoro sulle persone, la conoscenza del comportamento animale è la base di un buon lavoro con gli animali.

Loro non possono parlare e un bravo consulente di fiori di Bach deve avere una buona conoscenza del comportamento specie-specifico dell’animale che sta trattando, in modo da poter trarre le giuste informazioni riguardo gli stati emotivi che in quel momento hanno bisogno di essere riequilibrati.

La conoscenza del comportamento della specie che si sta trattando è fondamentale perché ogni specie esprime le proprie emozioni a modo suo.

Prendiamo ad esempio l’aggressività del cane: nel mondo delle persone, tendiamo ad associare l’aggressività alla rabbia, mentre nel mondo degli animali l’aggressività è un fenomeno funzionale e quindi corretto. Ma quando è eccessiva può essere sintomo di paura, di disagio o di risposta ad un pericolo (anche se immaginario). Se non conoscessimo bene il comportamento specie-specifico saremmo portati a utilizzare dei rimedi riguardanti la rabbia, mentre invece in questo caso i rimedi più opportuni potrebbero essere quelle riferiti alla paura. Chiaramente ogni individuo è un mondo a parte per cui oltre l’interpretazione del comportamento specifico della specie c’è poi l’interpretazione dell’individuo e l’analisi del suo stato emotivo privato, unico ed irripetibile.

Applicare fiori di Bach al mondo animale non è semplice anche perché le definizioni sono state stilate sul comportamento umano e quindi un adattamento al mondo animale richiede una profonda conoscenza anche del sistema di Bach.

Per diventare consulente fiori di Bach per gli animali è richiesta una specifica formazione, sempre presso il Bach Centre. La loro abilitazione comporta la sigla di BFRAP (Bach Foundation Registered Animal Practitioners). Non è detto che chi è un consulente di fiori di Bach per animali lo sia anche per le persone. Sono due abilitazioni differenti ma alcuni consulenti hanno studiato per aiutare entrambi. Sono riconoscibili perché portano entrambe le sigle (BFRP e BFRAP)

IL MIO APPROCCIO

Io sono sia una BFRP che una BFRAP. Lavoro quindi sia con le persone che con gli animali.

L’obiettivo è lo stesso: aiutare, tramite le proprie capacità, a ritrovare la felicità, diritto innegabile di ogni essere vivente. Una volta intrapreso il percorso verso sé stessi e le nostre virtù, l’autorealizzazione e la gioia sono ad un tiro di schioppo. Quanto più siamo connessi con noi stessi, tanto più siamo felici e tanto più siamo felici, meno saranno presenti disagi emotivi o i comportamenti inadatti.

Che si parli di persone o di altri animali, i fiori di Bach hanno il potere di ricongiungerci con la nostra strada maestra, riportarci in ascolto di noi stessi, sconfiggere le nostre difficoltà, inondando la vita di luce e speranza.

Vuoi essere sempre aggiornato sul mondo dei Fiori di Bach per persone e animali?
Rimaniamo in contatto!