La paura è una emozione tanto diffusa quanto complessa da affrontare.

Questo non vale sono per noi, ma anche per i nostri cani. Quando sono in preda alla paura possono mettere in atto diverse strategie. Più frequentemente tendono a scappare. La fuga permette loro di mettersi in salvo dal pericolo che avvertono. Altra strategia è immobilizzarsi. Quando hanno la sensazione che il pericolo sia troppo minaccioso, si bloccano, si estraniano dalla condizione in cui si trovano per sopportare meglio l’emozione o il dolore fisico. Ancora,fare finta di fare altro, tergiversare, distogliere l’attenzione è una risposta alla paura. Ultima strategia è la lotta. Un cane sceglie di combattere quando non c’è altra soluzione attuabile. La particolarità della lotta è l’incertezza dell’esito. Se decide di combattere, non sa se e quali danni riporterà dalla battaglia. E’ per questo che non è così frequente che un cane in preda alla paura aggredisca.

La paura è una emozione atavica, ha permesso agli individui di mettersi in salvo. Senza di essa, è più difficile sopravvivere. Un esempio è la toxoplasmosi. Il parassita, il toxoplasma termina il sui ciclo biologico nei felini. Si avvale quindi di una strategia intelligente: infetta i topi i quali diminuiscono la paura verso i gatti, diventando così facili prede. Il gatto, catturando ed ingerendo il topo, assimila il patogeno. Il topo effetto da toxoplasmosi è quindi molto esposto al pericolo.

Questo esempio ci fa capire perché la paura è una emozione facile da scatenare e così invalidante per chi ne è coinvolto.

La paura nasce nella parte antica del cervello e quando raggiunge una determinata intensità, lo sequestra, creando al cane difficoltà a ragionare.

Il cane è in preda ad azioni istintuali e poco ponderate.  Quando un cane ha paura, può essere quindi imprevedibile.

Liberare un cane dalla paura, aiutarlo ad essere più coraggioso significa far si che compia azioni adatte al contesto. Non solo. La paura è una emozione molto stressante. In un individuo che prova paura frequentemente la qualità della vita è molto bassa. Si sente spesso in pericolo, è teso e pronto all’azione.

Al di là della difficoltà di gestione di un cane pauroso che è oggettivamente complessa, ciò su cui è importante porre l’attenzione è il benessere del cane che viene compromesso da uno stato frequente di allerta. Un cane spaventato non è un cane felice.

I fiori di Bach sono un ottimo rimedio naturale per abbassare il livello di paura e permettere al cane di sentirsi più al sicuro. I fiori di Bach combattono la paura aumentando nel cane il suo coraggio momentaneamente assopito. Risvegliano le qualità interiori e innate di ogni singolo soggetto.

Siete pronti ad una nuova vita con il vostro cane?

Clicca qui per maggiori informazioni!