Noi esseri umani siamo complessi.

Proviamo emozioni forti, a volte in contrasto tra loro. Ci plasmiamo in base alle nostre credenze, ci ingabbiamo nei pensieri autolimitanti. Impediamo alla nostra anima di mostrarsi per ciò che è e volare alto.

La nostra vita interiore è in continuo tumulto anche quando apparentemente tutto va bene. Ci capita di inciampare in nodi emotivi ancora da sciogliere o vecchie convinzioni da cambiare.

Abbiamo un impulso fortissimo di connetterci con l’altro, di creare legami e di condividere sensazioni.

I nostri animali domestici sono molto abili a entrare in risonanza con noi

La loro comunicazione è basata tutta sul sentire le emozioni proprie e altrui e comportarsi di conseguenza.

Riescono a leggere le nostre anime e ad allinearsi con ciò che sentiamo e viviamo in ogni momento. Entrano in risonanza con il nostro mondo interiore, risuonando all’unisono. Tramite i loro atteggiamenti e le loro problematiche, riportano in superficie ciò che noi celiamo nel profondo.

 

Tratti della personalità, emozioni, visioni del mondo circostante: i nostri animali captano e rimandano tanti aspetti della nostra interiorità.

E così ci ritroviamo sempre più spesso ad assomigliarci: persone felici hanno animali spensierati, chi soffre di ansia avrà animali altrettanto ansiosi, le persone violente avranno animali rabbiosi, e così via.

Le loro problematiche comportamentali diventano fanali per osservare noi stessi e le nostre difficoltà, i nostri limiti e tutti quegli atteggiamenti che ci impediscono di raggiungere la nostra personale felicità.

Lavorare con i fiori di Bach su un animale nell’ambito del rispecchiamento emotivo vuol dire cogliere il messaggio che l’animale vuole suggerirci riguardo le nostre difficoltà e supportare entrambi gli attori con i rimedi floreali.

I fiori di Bach sono delle bussole spirituali che indicano la strada verso la serenità e la soddisfazione. Sono rimedi dolci e rassicuranti che ci portano a riscoprire tutte le nostre qualità nascoste che nel tempo abbiamo dimenticato di possedere.

E così, un individuo pauroso riscoprirà il suo coraggio, uno aggressivo riscoprirà la forza della compassione, un iperattivo riuscirà a rallentare la propria vita e godere di ogni singolo momento.

Lavorando contemporaneamente sull’animale e sulla persona, rispettando ciò che l’animale vuole segnalarci di noi stessi, abbiamo la possibilità di cogliere il suo messaggio, mettere in pratica strategie per cambiare, lavorando sulle nostre qualità interiori.
Lo stesso accadrà per il nostro animale: ascoltando il suo messaggio e cambiando noi stessi, lui non sentirà più l’esigenza di rimandarci quella “fotografia” per noi tanto preziosa e i rimedi floreali lo aiuteranno a ricontattare sé stesso e ritornare in armonia con le sue emozioni e la sua strada maestra.

In tal modo, oltre a risolvere il problema del nostro animale, noi cresciamo e ci evolviamo, mano nella mano con loro che, fedelmente ed instancabilmente, ci affiancano e ci aiutano in tutti i momenti della nostra esistenza.

——

Ti segnalo il workshop “La Forza Guaritrice dell’Anima-le” che terrò vicino Roma, il 18 Novembre, insieme al Dott. Riccardo Lucchesi, che tratterà proprio di come i comportamenti dell’animale domestico siano strettamente influenzati dagli stati emotivi e dalle problematiche dei proprietari.

workshop la forza guaritrice dell'anima-le