L’evoluzione dell’uomo è avvenuta anche grazie al cane



L’evoluzione dall’Uomo di Neanderthal all’Homo sapiens è avvenuta anche grazie al cane. Da sempre il cane è il più grande amico dell’uomo. Ora si scopre che l’addomesticamento dei cani ha segnato il successo dell’Homo Sapiens, permettendogli di sopravvivere alla competizione con l’Uomo di Neanderthal. E’ il parere di Pat Shipman, antropologo della Pennsylvania University negli Stati Uniti che in un articolo sulla rivista American Scientist commenta i risultati di un nuovo studio della Cambridge University. “Un’analisi dei siti archeologici nel periodo di sovrapposizione di Sapiens e Neanderthal conferma che i primi hanno dominato i secondi nella gara dell’adattamento, nonostante i Neanderthal abitassero l’Europa da molto prima e non ci fossero sostanziali differenze nella tecnologia degli attrezzi usati”, ha spiegato Shipman riguardo allo studio pubblicato su Science.

“E’ molto probabile che il successo dei sapiens sia dovuto a qualcosa che i Neanderthal non avevano: cani addomesticati”. Il cane avrebbe aiutato i primi uomini a cacciare meglio e a consumare più carne, consentendo ai Sapiens di diffondersi in Europa alle spese dei cugini Neanderthal. “Diversi studi mostrano che l’addomesticamento è un processo reciproco”, ha osservato Shipman, “uno studio dell’Università di Budapest ha mostrato come i cani siano molto più attenti allo sguardo umano rispetto ai lupi: è quindi probabile che abbiamo selezionato i cani in modo da rendere il loro
sguardo più simile al nostro, in modo da comunicare meglio con loro nel corso dell’evoluzione”.

Fonte: Repubblica.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *