Condividere la vita con un animale domestico è un dono meraviglioso. I momenti felici sono tantissimi e le volte in cui loro ci sostengono sono davvero numerose.

Ci troviamo a condividere con loro emozioni intime ed intense ed è a loro che ci rivolgiamo per trovare conforto. E qualche volta, loro sono gli unici a conoscere parti profonde di noi. Sembra quasi che siano loro a prendersi cura di noi e della nostra anima.

Quando i nostri animali domestici si ammalano tutta la loro fragilità emerge.

Ci sono momenti in cui, però, siamo chiamati a prenderci noi cura di loro. Sono i momenti in cui si ammalano e tutta la loro fragilità emerge in un attimo. In quei momenti saremmo pronti a fare di tutto per alleviare le loro pene.

In questi casi, aiutarli dal punto di vista emotivo è fondamentale. Non è solo il corpo a soffrire ma anche la mente e il cuore. Ansia, paura, insicurezza, frustrazione si fanno spazio nella loro mente, rendendo il momento ancora più complesso.

E così, se da una parte è fondamentale curare il corpo con gli opportuni strumenti, dall’altra è importante supportare la loro emotività.

La storia di Pallina e dell’incontro casuale con i fiori di Bach.

Ecco la storia di Pallina, raccontata direttamente dalla sua proprietaria, e di come i fiori di Bach l’hanno aiutata negli ultimi anni della sua vita:

Lei è Pallina, 15 anni, la mia principessa è morta l’ 11 Aprile e ho il cuore a pezzi.

Sin da piccolissima soffriva di collasso tracheale ma fino a due anni fa questo problema non l’ha condizionata.

Poi sono cominciati i problemi ed ha cominciato a tossire continuamente giorno e notte. Inutile raccontarvi il via vai dal veterinario senza comunque alcuna via di uscita.

E così è cominciato un calvario di cure massacranti con cortisone antibiotico e paracodina per rendere più vivibile possibile il tempo che le rimaneva. Cure massacranti che un pochino calmavano questa tosse che ancora adesso sento nelle mie orecchie… poi, così per caso siccome ero sempre alla ricerca di una soluzione che le facesse meno male, leggendo qua e la ho incontrato i fiori di Bach.

Mi sono recata in farmacia cercando un prodotto che facesse al caso suo e cioè qualcosa che la rilassasse, perché forse se era rilassata avrebbe tossito di meno.

Provo così dei fiori di Bach, 4 gocce anche 4 volte al di’ e quasi non ci credevo: gli episodi di tosse diminuivano e lei riusciva a dormire tutta la notte senza attacchi.

E così posso affermare che per me i fiori di Bach sono stati una meravigliosa scoperta ed hanno certamente reso gli ultimi 2 anni della mia barboncina più sopportabili senza più ricorrere così tanto di frequente ai farmaci che nel frattempo avevano causato altri danni.

Ora non c’è più e mi manca moltissimo.

Questa è la storia di Pallina e dell’incontro casuale con i fiori di Bach.

Supportare lo stato emotivo può influenzare il decorso di una malattia.

Lo stato emotivo può influenzare il decorso di una malattia. Può aiutare un individuo a guarire prima se le emozioni vertono verso il positivo. O può farlo peggiorare se le emozioni vertono verso uno stato negativo.

Supportare i nostri animali dal punto di vista emotivo è fondamentale per aumentare la loro qualità di vita anche durante un periodo fisicamente complesso.

Ciò non esclude, ovviamente, che è necessario rivolgersi al Medico Veterinario qualora si osservasse una qualsiasi problematica del nostro animale domestico.