Perdita, aggressività e dolcezza. La storia di Thor, Isotta e Patrizia.



 

Patrizia è una donna deliziosa. Voce flebile, gentile, dai modo delicati e leggiadri. Mi ha contattata diversi mesi fa per un problema di aggressività con Thor, il suo amato cagnone e da subito ha deciso di lavorare anche su sé stessa.

Abbiamo da subito iniziato a lavorare con i fiori di Bach ma contemporaneamente abbiamo cercato le analogie nelle storie dei due attori.

Thor e Patrizia sono opposti: lui è aggressivo con gli altri suoi simili, lei è super remissiva con i suoi simili, al punto di non esprimere ciò che pensa e ciò di cui ha bisogno per paura di ferire l’altro.

 

 

Non pensava di aver nemmeno mai provato rabbia. In casa con loro, viveva anche Isotta, cagnolona anziana con gravi problemi alla gola.

Patrizia diceva che spesso, quando voleva esprimere qualcosa ma non riusciva, si sentiva soffocare.

Mentre ragionavamo sul fatto che Thor probabilmente le stava mostrando con una certa veemenza che esprimere le proprie idee era possibile (e lo faceva chiaramente esagerando, par rendere più immediato il messaggio per Patrizia), Isotta lascia questo mondo, morendo soffocata.

A quel punto, la rabbia di Patrizia esce in tutta la sua violenza, insieme al suo profondo dolore per la perdita di Isotta.

Isotta, andando via, ha regalato tanti messaggi alla sua amica umana: ha trasformato in realtà la metafora del soffocamento per farle capire l’importanza dell’espressione delle proprie idee. Ha fatto scatenare una ondata di rabbia che ha permesso a Patrizia di troncare rapporti che non la rendevano felice. E intanto, Thor sta migliorando nella sua aggressività, l’intensità sta scemando e spesso il comportamento non si manifesta. Siamo ancora in corso d’opera ma nonostante l’incompletezza la storia era degna di essere raccontata.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *