Quando il cane ci dice di fermarci



Quante volte vi è capitato di tornare a casa, dopo una giornata di lavoro, stanchi e nervosi e idi trovare una marachella del cane?

Sembra che proprio non capisca che il periodo è già complesso così com’è, con le mille cose da fare e che sentiamo il bisogno di ritrovare un po’ di pace.

O forse no? E se non fosse un caso che le sue marachelle aumentano quando siamo più stressati?

Proprio quando noi persone non ce la facciamo a reggere una certa situazione, proprio quando siamo nel pieno caos della vita che i nostri animali iniziano a mostrare qualche problema o intensificano quelli già presenti.

Sembrano a loro volta nervosi o insistenti o troppo eccitati.

In effetti, il loro comportamento indica che stanno cercando di dirci qualcosa.

Ci dicono che se siamo stressati loro si accorgono della nostra difficoltà e la avvertono così tanto da farla propria.

Ce la ributtano fuori con un loro comportamento. A modo loro cercano di segnalarci che così non va. E provano a smuoverci.

Viviamo in un modo che ci richiede velocità. Presi come siamo dalle nostre cose, non ci accorgiamo che c’è qualcuno di speciale che si vuole prendere cura di noi e prova a farcelo capire in tutti i modi.

Pensate come sarebbe bello fermarsi un attimo, respirare, e lasciarci andare. Ascoltare cosa proviamo e prenderne consapevolezza, toccare con mano le nostre corde più profonde.

E semmai piangere, ridere, dormire abbracciati al nostro cane. O uscire per andare nel bosco e passeggiare fianco a fianco con chi, notte e giorno, condivide con noi i momenti più belli e quelli più bui della vita.

Rilassarci per ascoltare cosa vuole dirci di noi.

La velocità ci allontana dalla felicità, rendendoci sordi e ciechi. E allora, quando tutto è difficile e anche il cane dà segni di squilibrio, apriamo il nostro cuore. Liberiamoci della negatività e facciamo spazio a quel cane a al suo modo di indicarci la via.

[grwebform url=”https://app.getresponse.com/view_webform_v2.js?u=zI2Xb&webforms_id=22598105″ css=”on” center=”off” center_margin=”200″/]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *