Ipervigilanza: racconto di Enrico Ciocca sui fiori di Bach



Qualche anno fa mi contattò un signore preoccupato perché il suo cane era mostrava una ipervigilanza e aveva paura di un po’ di cose.

Avendo una bella tempra, reagiva in modo concreto, mostrando comportamenti di difesa e allontanamento.

Ecco il suo racconto sull’ipervigilanza:

“Racconto una bellissima storia: c’era una volta una cagnolina portata in canile perchè trattata male. Traumi di ogni genere. Dopo 5 mesi la cagnina trova una famiglia, coccolata amata, una principessa. Nonostante questo, dimostra molti timori, aggressività nei confronti di bambini, quando per strada incontra persone ha reazioni nervose, sembra voglia mordere! In casa coda sempre dritta, poco rilassata, sempre vigile…. Mamma e papà alcune volte preoccupati si domandano: “ce la faremo?” poi... la conoscenza con Federica… i fiori consigliati hanno lavorato anche sulle paure e… sorpresa! La cagnina è riuscita a prendere dalla mano di una bimba un premietto, rilassata si fà condurre al guinzaglio, in passeggiata meno vigile, riposa tantissimo, allegra e spensierata, cambiamento fantastico. Grazie per la disponibilità, la conoscenza, e della dolcezza di Federica, i fiori funzionano, in questo caso alla grande!!!!

Mi dimenticavo gli stessi fiori li hanno presi anche mamma e papà. Grazie.”



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *