La genomica sociale ha come obiettivo quello di stabilire come la qualità della vita sociale influenza il genoma umano.

Steve Cole, professore della UCLA School of Medicine, USA con John Cacioppo, dell’Università di Chicago, hanno condotto degli studi sulla solitudine per mettere in evidenza come l’ambiente sociale influisca sulla salute. Lo scopo dello studio era capire se uno dei 20.000 geni del genoma umano funziona diversamente nelle persone solitarie.

Il Dott. Cacioppo ha esaminato 2000 persone totalmente tagliate fuori dalla società per un periodo di 10 anni. Ha schedato i campioni del sangue e il professor Cole li ha confrontati con quelli di persone con buoni rapporti sociali e di comunità.

Ecco i risultati:

Tre cluster (Un cluster genico è un gruppo di due o più geni che codificano per la stessa proteina o per proteine simili tra di loro), disposti su un singolo cromosoma lavorano in modo diverso nelle cellule del sangue delle persone solitarie.

Uno di questi cluster favorisce il processo di infiammazione e diminuisce la risposta anti-virale.

Quindi, le persone socialmente isolate sono maggiormente esposte al rischio di malattia sia per un ridotto funzionamento del sistema immunitario sia perché l’infiammazione è un ‘fertilizzante’ per le malattie croniche.

Gli studi evidenziano la solitudine è associata a differenze nell’espressione genica.

La solitudine non è un qualcosa di tangibile, di materiale. Non è un virus. È una emozione, un qualcosa di invisibile ma che è fortemente sentito da parte di chi ne soffre.

È importante sottolineare come la visione soggettiva del proprio mondo e di quello circostante abbia un forte impatto sulla materia, ovvero sul nostro corpo e sulla sua espressione genica.

Bach lo aveva intuito già cento anni fa. Aveva capito che le emozioni non in equilibrio, come la sensazione di solitudine, si manifestino sul corpo come malattia, lanciando una richiesta di cambiamento urgente alla nostra anima, allo scopo di riportarci in equilibrio.

 

Fonte: http://www.bachblueten-freiburg.de/en/blog/30-our-social-lives-and-genes

 

Per richiedere una consulenza sui fiori di Bach clicca qui!