Fiori di Bach: controindicazioni e dosaggio tra miti e leggende



“Vanno presi sotto la lingua, lontano dai pasti, non devono essere presi contemporaneamente a rimedi omeopatici farmaci o psicofarmaci”

Queste sono solo alcune delle indicazioni che vengono suggerite per l’assunzione di fiori di Bach. Nessuna di queste ha un fondamento.


I fiori di Bach possono essere assunti sempre e da chiunque, proprio grazie alla loro composizione chimica. Se analizzate una boccetta di essenza madre, troverete al suo interno acqua e brandy.
Nessun principio attivo o sostanza misurabile. Grazie all’assenza di una parte “materiale”, i fiori di Bach non interagiscono con nulla, non portano alcun effetto collaterale e possono essere assunti senza alcun pericolo da parte di tutti (animali e piante comprese).

 


Ci sono dei dubbi anche sulla presenza di alcool e sulla relativa assunzione. La differenza tra una boccetta di essenza madre (il singolo fiore) e la boccetta di trattamento (il mix di fiori personalizzato) consiste nella quantità di brandy contenuta. Nell’essenza madre c’è per lo più alcool. La boccetta di trattamento contiene 2/3 di acqua ed 1/3 di brandy (mentre quella preparata per gli animali non prevede il brandy) e 2 gocce di ciascun rimedio scelto. Nel caso di somministrazioni a soggetti sensibili (ex alcolisti, bambini, animali, piante) basta omettere la parte alcolica nella boccetta di trattamento e il problema si risolve da sé.


L’alcool non è fondamentale nella boccetta di trattamento. L’utilità è preservare la miscela da contaminazioni batteriche dovute ad un contatto con la bocca di chi li assume. Tali contaminazioni rendono poco gradevole il sapore dei fiori ma non hanno alcuna interazione con la loro azione. Per ovviare al problema si possono assumere i fiori prestando attenzione a non toccare la pipetta con la bocca. Nel caso degli animali si lasciano cadere 4 gocce sul 
bocconcino (poroso) che l’animale ingerirà.

Anche sul dosaggio ci sono spesso dubbi. Quello consigliato è 4 gocce almeno 4 volte al giorno. Se si sente la necessità possono essere assunti anche con maggior frequenza.



36 risposte a “Fiori di Bach: controindicazioni e dosaggio tra miti e leggende”

  1. pet health center ha detto:

    I love it whenever people get together and share thoughts.
    Great website, continue the good work!

  2. Eliana ha detto:

    Buongiorno ,sto dando fiori di Bach al mio gatto maschio perche marca il territorio , il mio omeopata mi ha preparato la boccetta con 5 fiori , ma volevo sapere se posso darli per 3 volte e la 4 somministrazione dare solo il rescue remedy , perche da 2 giorni sto facendo cosi ed effettivamente sono 2 mattine che non sto trovando piu marcature , sarà coincidenza?

    • federica.roano ha detto:

      Buongiorno Eliana. I fiori sono un sistema libero in cui non vigono leggi o schemi, per cui è tutto possibile. Le consiglio però di rivolgersi al suo Medico, il quale saprà sicuramente guidarla. 🙂

  3. Patrizia Agosto ha detto:

    a me hanno detto che possono avere l’effetto contrario in certi casi è vero?

    • federica.roano ha detto:

      Ciao Patrizia. Non è del tutto falso. Sono due i casi in cui può accadere che ci sia un peggioramento:
      1. quando abbiamo bisogno di assestarci sull’informazione che il rimedio porta con sé. Il cambiamento non è mai semplice e può capitare che si faccia un po’ di resistenza. Sta a chi assume i fiori decidere cosa fare in questo caso: o si continua e si aspetta il miglioramento o si contatta il consulente che ha consigliato il rimedio e si sceglie cosa fare. Di norma, se è un peggioramento lieve, è indice che stiamo lavorando su qualcosa di importante e quindi è consigliabile proseguire.
      2. quando non siamo pronti ad affrontare una certa situazione e scegliamo dei rimedi che vanno troppo in profondità, andando incontro ad un effetto paradosso. In tal caso, se il peggioramento è poco sostenibile, conviene farsi consigliare da uno specialista.

  4. Rosella ha detto:

    Buon giorno Federica, dopo quanto tempo vedo un miglioramento?
    Grazie

    • federica.roano ha detto:

      Ciao Rossella,
      in genere entro una settimana, ma il tempo è decisamente soggettivo. In alcuni casi, molto rari, i risultati emergono dopo una 15ina di giorni.
      Stai prendendo i fiori?

  5. silvia ha detto:

    Buongiorno, sto assuemndo il rescue da 3 giorni per ansia e insonnia, mi fa l’effetto opposto, la notte incubi e non chiudo occhio, sono agitatissima… devo continuare? spero mi passi perchè non voglio prendere ansiolitici assolutamente, cosa mi consigliate? altrimenti mi suggerite un rimendio a base di melatonina e valeriana? grazie

    • federica.roano ha detto:

      Buongiorno Silvia. I fiori smuovono il proprio mondo interiore e può succedere che nel Rescue ci sia qualche rimedio che attualmente lavora troppo profondamente per lei e quindi, invece di sostenerla, le faccia toccare con mano emozioni che forse non è ancora pronta a raggiungere. Probabilmente il Rescue non è il rimedio giusto per lei.
      I fiori di Bach sono 38 e d ognuno lavora su una specifica emozione, probabilmente il mix adatto a lei è differente da quello pre-composto del Rescue Remedy. Scegliere i fiori è un processo delicato che avviene raccogliendo informazioni e valutando insieme a lei quali possono essere i rimedi più indicati. Questo avviene in consulenza, se vuole maggiori informazioni può chiamarmi tutte le mattine dal lunedì al venerdì al 3932940186.

      A presto!

  6. Sara ha detto:

    Salve,per preparare i fiori di Bach a me utili potrei usare dell’alcool in Anice al posto del brandy ?Grazie!

    • federica.roano ha detto:

      Ciao Sara.
      Bach scelse il Brandy perché è un derivato dell’uva. La vite è una pianta da cui si estrae una essenza, Vine. Per cui, per non uscire dal suo sistema, Bach scelse il Brandy. E’ solo un conservante però, non ha alcuna azione riequilibrante. Se non ti va di usare il brandy, puoi anche non usare nulla, al massimo puoi rifare la boccetta un po’ più frequentemente in modo da evitare la contaminazione batterica nel caso in cui la pipetta toccasse la lingua.

  7. Rino ha detto:

    Salve da qualche giorno, su consiglio della mia dottoressa, sto prendendo le caramelle rescue remedy x quando ho dei momenti “un po no”….ora sono le 03.04 di notte e non riesco a chiudere occhio, ho un forte rumore in testa e sono su di giri…. domani mi arriva anche l’auto nuova… sarà che ho preso 2 di queste caramelle sommato all’auto nuova il motivo x cui non dormo?
    A parere mio devo smettere di prenderle? Potreste aiutarmi? Grazie, un saluto a tutti..

    • federica.roano ha detto:

      Salve Rino.
      Se la sua dottoressa le ha consigliato dei rimedi per le emozioni vuol dire che in questo momento c’è qualcosa che la turba, giusto?
      Per scegliere i rimedi corretti è proprio su quel turbamento che bisogna porre l’attenzione.
      Il non dormire la notte è un sintomo di uno squilibrio, un segnale che ci avvisa che c’è qualcosa di noi che dobbiamo osservare più attentamente.
      Ciò che accade, le circostanze, sono solo dei mezzi che la nostra emotività ha per dirci che stiamo trascurando una parte importante di noi.
      Perciò, la domanda da farsi forse non è “perchè non dormo”, piuttosto”cosa mi turba?”.
      Partendo da quello, si può iniziare un processo di cambiamento che la porterà ad essere padrone della sua vita e non essere più influenzato così tanto dagli eventi esterni.
      Questo processo avviene in un percorso ben strutturato in cui i fiori di Bach fanno da supporto.
      Se vuole saperne i più, può inviarmi una mail a info@fioridibacheanimali.it.

      A presto e auguri per la sua nuova macchina.

  8. Rossana ha detto:

    Buongiorno, ho assunto una miscela di fiori preparati dalla naturopata, e hanno risvegliato un serio problema di pressione alta faticosamente gestito da anni, cosa posso usare come antidoto? Grazie!
    E’ la prima volta che scrivo!

    • federica.roano ha detto:

      Buongiorno Rossana.
      Non sono un medico, non so come possa intervenire in tal senso. Provi a parlare con la sua naturopata in modo da trovare la soluzione migliore.
      Se dovesse sentire l’esigenza di confrontarsi sulla scelta dei fiori di Bach utilizzati sino ad ora, semmai per avere un secondo parere, può scrivermi privatamente a info@fioridibacheanimali.it.

      A presto!

  9. Annalisa ha detto:

    buongiorno, ho acquistato 3 differenti fiori di Bach per la fertilità femminile.
    E’ possibile assumerli insieme? Ed in che dosi? Io di solito con il mix dei 3 fiori in un’unica composizione prendevo 4 gocce per 4 volte al giorno. Ora, avendo 3 boccette diverse, posso assumerne 4 per fiore per 4 volte al giorno? Eventualmente è possibile diluire il totale delle gocce giornaliere in acqua da bere durante il giorno?
    Grazie mille !!!

    • federica.roano ha detto:

      Buongiorno Ania.
      Non conosco l’applicazione dei fiori di Bach per la risoluzione di problematiche fisiche. Io li utilizzo per supportare processi di crescita e cambiamento emotivo e spirituale.
      In bocca al lupo per la sua futura maternità!
      A presto.

  10. Annalisa ha detto:

    Viva il lupo!! Grazie mille 🙂

  11. Livio ha detto:

    Buongiorno,
    Prendo il n.39 reduce remedy
    Devo prendere le gocce lontano dai pasti?
    Grazie

  12. Nadia ha detto:

    Buona sera io sto prendendo come farmaci sertralina edoxaban pantopranzolo e flecainide posso assumere tranquillamente le gocce di Rescue rimedio ?ringrazio anticipatamente cordialmente Nadia

  13. Anna ha detto:

    Salve il prendo i fiori di Bach da un po’ di tempo(quando ne ho bisogno) ma non riesco a capire a distanza di quante ore bisogna prendere altre gocce ovviamente se è necessario, la mia domanda è quanto tempo deve passare tra le prime 4 gocce al bisogno di altre? Grazie

  14. Debora ha detto:

    Salve, dovrei far assumere a mia madre due fiori, nello specifico wild rose e mimulus, vorrei comprare due boccette separate senza miscelare iI fiori, qual è il dosaggio consigliato?
    Mia madre soffre di depressione (che non riconosce di avere e non vuole curare) scaturita da un lutto, da allora ha blocco che le impedisce di uscire da sola, da un anno a questa parte (dopo un secondo lutto) noto perdita di appetito, mancanza di interesse, apatia e assenza di piacere nei confronti del cibo. Quale altro fiore mi consiglia? Grazie.

    • federica.roano ha detto:

      Salve Debora.
      La posologia è sempre 4 gocce 4 volte al giorno, sia che i fiori siano in boccette madre o in boccetta di trattamento. Sono molto alcolici però, potrebbero non piacere a sua madre.
      Per quanto riguarda quali fiori aggiungere, mi spiace ma non posso aiutarla con così poche informazioni. I fiori vanno scelti con attenzione perchè riguardano le nostre emozioni, le quali sono molto delicate. Una boccetta fatta con poche informazioni rischia di non portare beneficio o creare situazioni di ulteriore disagio.
      Se vuole può contattarmi privatamente via mail (federica.roano@gmail.com) e le spiego come avviene la selezione dei rimedi.

      Intanto, in bocca al lupo per sua madre 🙂

  15. francesca ha detto:

    salve un informazione, una volta aperto il flaconcino di rescue remedy per quanto tempo si possono usare le gocce?
    grazie

    • federica.roano ha detto:

      Buongiorno Francesca.
      La legislazione italiana prevede che sull’etichetta ci sia una data di scadenza. Se conservati bene però, i fiori di Bach non scadono mai.
      A presto!

  16. Olga ha detto:

    Salve, non riesco a mantere la concentrazione bello studio, mi distraggo spesso e spesso penso di non essere portata per lo studio quale fiore mi consiglia?

  17. Angela Franzoni ha detto:

    Salve ho una cagnolina di 5 mesi che ha paura di tutto: persone soprattutto, ma anche auto e biciclette e a volte diventa aggressiva mi hanno consigliato il rescue remedy 4 gocce due volte al giorno ma é passata una settimana e non vedo nessun miglioramento, cosa posso darle? Grazie

    • federica.roano ha detto:

      Buongiorno Angela.
      Il Rescue Remedy è un rimedio di emergenza che si utilizza nelle situazioni di shock emotivo (come lutti improvvisi, incidenti, ecc.). Non serve a lavorare in modo risolutivo sulle paure.
      Per quello esistono altri rimedi, molto utili ed efficaci. Vista l’età della sua cagnolina, non sarà affatto difficile darle una mano e rendere la vostra vita più semplice e serena.🙂
      Mi scriva a info@fioridibacheanimali.it per maggiori info sulla scelta dei rimedi.
      A presto!

  18. Roberta ha detto:

    Salve, sto prendendo Rescude Remedy gocce, da tre settimane, devo dire che il risultato è sbalorditivo vivendo un periodo di emergenza come questo dato il covid_19.volevo (essendo io una persona altamente sensibile e ansiosa). Vorrei chiederle per quanto tempo massimo bisogna prenderlo e se va terminato diminuendo le dosi. La. Mia paura è che possa portare astinenza e nn si riesce più a farne a m meno…
    La ringrazio

    • federica.roano ha detto:

      Buongiorno Roberta. Grazie per la sua condivisione, sono sinceramente felice che lei stia meglio e che si senta rincuorata.
      Non si preoccupi per il tempo massimo.
      I fiori di Bach non hanno alcun principio attivo rilevabile (nessuna molecola attiva) all’interno ma sono come una meditazione o una passeggiata in un parco. Non c’è un sovradosaggio o un periodo massimo di assunzione,
      Per quanto riguarda la dipendenza, ha posto una questione molto importante. Essere in uno stato di emergenza è un qualcosa di straordinario, che non accade tutti i giorni. Il modo in cui viviamo l’emergenza è personale e se questa ci scombussola eccessivamente, allora è il caso di fare qualche considerazione.
      Come lei ha raccontato, è ansiosa e molto sensibile. La questione nasce da lì, dal modo in cui percepisce e vive le difficoltà di tutti i giorni. L’emergenza acuisce le nostre difficoltà per questo è così preziosa, perché ci fa vedere chiaramente dove dobbiamo lavorare per essere più sereni e felici. Ci mostra la strada per la nostra evoluzione personale.
      Per cui non è la dipendenza da Rescue il reale quesito, ma come mai, in caso di emergenza, si sente così in difficoltà.
      Il modo per non essere dipendenti dal Rescue (e da nulla!) è affrontare il problema alla radice, trasformando ansia e sensibilità da punti deboli a qualità interiori. Se vuole può scrivermi in privato a info@fioridibacheanimali.it.

      A presto e stia su!

  19. Monica Cozzi ha detto:

    Buonasera, visto il periodo ed essendo una persona molto sensibile e ansiona sto vivendo in uno stato di agitazione e ansia, perciò da qualche giorno sto prendendo una/due caramelle di rescue remedy, ma di sera non riesco prendere comunque sonno. Posso aggiungere alla sera delle gocce di Sedivitax ?

    • federica.roano ha detto:

      Salve. Le caramelle di Rescue non sono molto efficaci rispetto all’assunzione delle gocce di Rescue Remedy. Le consiglio di acquistare il Rescue Remedy e assumere il preparato ogni volta che ne sente il bisogno. Sicuramente sarà più utile delle caramelle 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *